petrolieri mapa
Sono “bloccati” in tutto il mondo perché non c’è modo di scaricare

Questa mappa mostra l’attuale posizione delle petroliere, chiamate anche petroliere, per lo più piene di olio. Sono “bloccati” in tutto il mondo perché non c’è modo di scaricare, poiché i magazzini onshore sono pieni, i gasdotti sono pieni e nessun flusso, a causa della bassa domanda di petrolio dovuta alla quarantena del coronavirus.

 
Sebbene il petrolio valga ora zero, mantenerlo in tali condizioni (detenute) costa circa $30.000 al giorno per nave. Non c’è nessuno che compra petrolio se gli aeroplani non volano, se i veicoli non attraversano la città.

Mai nella storia contemporanea c’è stata una riduzione così drastica del consumo di combustibili fossili. Oggi, il petrolio si trova sulla superficie degli oceani (nei serbatoi delle navi), nei depositi che si trovano a terra e all’interno dei tubi che vengono normalmente utilizzati per il trasporto.

Non esiste un indice più chiaro per comprendere l’entità della paralisi e i problemi che il capitalismo moderno deve affrontare, poiché il sostegno del dollaro è questo, fermato, fluttuando negli oceani.

Una petroliera è vista al largo di Jurong Island a Singapore. Circa 60 petroliere pulite sono attualmente ancorate lungo lo stretto traffico, con alcune utilizzate per accumulare carburante in mare e altre parcheggiate mentre lo scoppio di Covid-19 colpisce il mercato petrolifero. Foto: Reuters
Annunci