La Riviera Romagnola si appresta a essere blindata in vista delle festività pasquali. Circa 470 tra uomini e donne in divisa pattuglieranno, da Cattolica a Comacchio, le strade dei lungomari e dei capoluoghi spingendosi anche ai comuni dell’entroterra.

Quello che si vuole scongiurare è l’afflusso di persone nelle seconde case al mare o in collina. Non mancherà personale in borghese e posti di blocco saranno allestiti nell’arco delle 24 ore.

Osservata speciale è la provincia di Rimini in cui vige un’ordinanza regionale più stringente: qui si alterneranno 350 unità delle forze dell’ordine. Saranno attivi check point in tutte le principali vie d’accesso al territorio, le uniche percorribili considerata la chiusura delle arterie minori. “Massima severità sul controllo delle autocertificazioni”, ha detto Elena Raffaelli, assessora del Comune di Riccione.

Anche il Ravennate proverà a difendersi schierando 120 tra agenti e militari: osservati speciali spiagge, parchi e passeggiate. Si annunciano controlli anche in mare grazie alle unità navali della Guardia di Finanza. Tutte misure che saranno adottate nuovamente nei prossimi weekend festivi del 25 aprile e primo maggio dato che il Governo sembra essere intenzionate a tenere tutti a casa almeno fino al 3 maggio. 

Annunci